Tecnologia

Whatsapp: la versione per iOS si aggiorna!

Whatsapp è in assoluto una delle applicazioni di messaggistica istantanea più utilizzata al mondo. Scelta principale di milioni di utenti sparsi in tutti gli angoli del globo, è disponibile per tutti i principali sistemi operativi mobili: Android, iOS, Windows Phone e i vecchi Symbian di Nokia, ed è installabile anche su computer Windows e Mac OS per il controllo da remoto delle proprie conversazioni.

Se si considera il tasso di aggiornamenti delle varie applicazioni di proprietà della società di Mark Zuckerberg (Facebook, Messenger, Instagram e Whatsapp), l’applicazione di messaggistica istantanea in questione sembra essere quella che riceve aggiornamenti meno di frequente.

Nelle scorse ore, però, la versione dell’applicazione dedicata ai prodotti Apple con sistema operativo iOS (iPhone e iPad) è stata aggiornata alla versione 2.17.30, che porta delle migliorie nella condivisione di file multimediali e nelle risposte rapide a determinati messaggi.

Vediamo nel dettaglio la lista delle modifiche apportate da questo ultimo aggiornamento. Prima di tutto, sarà data la possibilità di rispondere rapidamente a determinati messaggi, citandoli, in modo molto più semplice. Fino ad ora era richiesto un tap prolungato e il click su un pulsante per effettuare questa operazione: adesso sarà molto più semplice, in quanto è richiesto solo uno swipe verso destra sul messaggio a cui vogliamo rispondere.

Oltre a questa modifica, sono state effettuate altre due modifiche relative al comparto “multimediale” dell’app. Una di queste novità permetterà di inviare liberamente molte foto a dei contatti: nel caso le foto siano almeno 4, esse saranno automaticamente raggruppate in un album, così da essere di facile scorrimento e visualizzazione. La seconda modifica “multimediale” è relativa alla possibilità di aggiungere filtri colorati ai propri file (foto, video o GIF) con uno swipe verso l’altro in fase di scelta dei file da inviare.

Ancora non sappiamo se e quando questi aggiornamenti raggiungeranno anche le altre piattaforme mobile ma, in ogni caso, non ci resta che attendere i prossimi aggiornamenti su Android e Windows Phone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *