Attualità

GUGLIELMO MINERVINI: PER UNA POLITICA DELLA PACE

“Uomini e donne di pace”, è la rassegna itinerante tra diversi comuni del Gargano Nord, nata per far conoscere le figure di uomini e donne esemplari che hanno promosso un’armoniosa convivenza tra i popoli e la disposizione alla benevolenza, alla fiducia, alla giustizia. Tra il 2015 e il 2016 sono stati numerosi gli appuntamenti che hanno visto al centro degli incontri uomini e donne di tutti i tempi, cristiani e non, che con i loro progetti, speranze, talvolta fallimenti, sono stati autentici promotori di pace. Questa volta, la rassegna ritorna per dare un riconoscimento alla memoria di personalità che si sono distinte nel loro operare quotidiano. Il secondo appuntamento sarà così dedicato a Guglielmo Minervini. E’ immenso il patrimonio politico e umano lasciato da questo uomo. Un uomo sorridente che con autentico spirito di servizio si è reso protagonista di una delle più belle stagioni pugliesi. Docente di informatica e fondatore della casa editrice La Meridiana. E’ stato tra gli più stretti collaboratori di don Tonino Bello e consigliere nazionale di Pax Christi Italia. Sindaco di Molfetta e assessore regionale. Artefice del bando per il riuso sociale dei beni confiscati alla mafia e soprattutto del programma Bollenti spiriti che ha promosso la formazione e l’avvio al lavoro per migliaia di ragazzi pugliesi. Fortemente impegnato nella lotta al caporalato. Guglielmo Minervini considerava la politica non come uno spazio separato dalla vita, ma come una dimensione della vita stessa. Una politica fatta di persone, comunità, città, territori, che sapeva abbassare se stessa per elevare i cittadini e che doveva muoversi dal basso verso l’alto. Nell’ultimo suo lavoro – La politica generativa – si coglie in maniera tangibile la vera essenza di Guglielmo, quella di un essere pacifico che sa infondere il senso della speranza e della non arrendevolezza, nonostante i tempi difficili e contorti che siamo chiamati a vivere, specie se giovani. La rassegna “Uomini e donne di pace” ritorna per dare un riconoscimento alla memoria di Guglielmo Minervini che si è sempre distinto nel suo operare quotidiano “imponendosi” sulla scena sociale come un vero e proprio, seminato
re, costruttore, operatore e portatore di pace, diffondendo la cultura dell’incontro e del dialogo. L’appuntamento “Guglielmo Minervini: per una politica della pace” in cui verrà consegnato il riconoscimento alla memoria di Minervini, è fissato per il 20 maggio 2017 alle ore 10:30 presso il Cinema Paris di Vico del Gargano, dove sarà presente Maria Turtur, moglie di Guglielmo (Fondazione Guglielmo Minervini). Saranno inoltre presenti: l’eurodeputata PD, Elena Gentile, il Sindaco di Vico del Gargano, Michele Sementino, Giulio Calvani (staff Bollenti Spiriti), gli studenti del Liceo Classico P. Virgilio Marone di Vico del Gargano accompagnati dalla dirigente Maria Taronna, Toni Augello, project manager Laboratori Urbani Artefacendo, Francesco De Marco presidente Associazione Foresta Umbra, Nicolino Sciscio, ideatore della rassegna “Uomini e donne di pace”. Tutti sono invitati alla partecipazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *