Politica

Berlusconi chiede al Governo di non perdere altro tempo: “Al voto dopo la manovra”, nuove alleanze all’orizzonte

Silvio Berlusconi ha parlato nelle scorse ore chiedendo che nel più breve tempo possibile venga scelta la legge elettorale in modo da poter tornare alle urne quanto prima. “L’importante è non perdere altro tempo, e dare agli italiani una legge equilibrata che consenta di scegliere in modo davvero democratico da chi essere governati. Ed evitare di consegnare il Paese a un nuovo pericoloso immobilismo”, è questo quanto sostanzialmente dichiarato da Silvio Berlusconi nel corso di un’intervista rilasciata nelle scorse ore, chiedendo al Governo di non perdere più altro tempo e di non tergiversare su manovra e riforme, con la scusa del voto.

Lo stesso, a tal riguardo ha anche aggiunto: “È giusto che gli italiani si possano esprimere al più presto, ma questo non può essere un pretesto per evitare al Pd e al governo di assumersi la responsabilità di scelte difficili, conseguenza del cattivo governo degli ultimi anni. Di fronte al disastro dell’economia italiana, mettere in atto delle piccole tattiche elettorali sarebbe irresponsabile ed anche controproducente. Non credo che gli italiani siano ancora disposti a farsi prendere in giro”. Dopo un fine settimana di relax, per la prossima settimana Silvio Berlusconi ha programmato una serie di incontri per poter fare il punto proprio sulla legge elettorale e dare così il rush finale della campagna per le Amministrative.

Riguardo le coalizioni ed alleanze, l’ex Premier Silvio Berlusconi ha aggiunto che quella con Matteo Salvini e Giorgia Meloni è ad un passo, mentre è stata bocciata la possibilità di un fronte unico con il Pd per impedire un governo M5s, è questo quanto sostanzialmente dichiarato dal leader di Forza Italia aggiungendo che sul programma nel centrodestra sono d’accordo al 95% e questo sembra articolarsi in sei punti, ovvero meno tasse, meno Stato, meno Europa, più aiuto a chi ha bisogno, più sicurezza per tutti e più garanzie per ciascuno.

“Se volessimo consegnare il paese a Grillo questa sarebbe la strada giusta”, ha aggiunto Berlusconi, “Se noi liberali facessimo un fronte comune con chi ha programmi e idee opposte alle nostre, significherebbe soltanto una cosa: che ci interessa solo il potere. Sono le farneticanti teorie dei grillini. Noi vogliamo vincere le elezioni con una proposta politica di qualità, coerente con i nostri valori, e affidata a persone credibili, per gran parte non politici di professione ma protagonisti stimati e apprezzati del mondo dell’impresa, delle professioni, della cultura”. Nel corso dell’intervista, l’ex Premier ha anche accennato al voto per le presidenziali francesi, dichiarando che a differenza di altri politici italiani considera opportuno schierarsi nelle elezioni di Paesi Amici, visto che proprio la Francia rimarrà per il nostro Paese un partner irrinunciabile a prescindere da chi vincerà le elezioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *